Il caso del mese - medicina veterinaria complementare applicata

Vacca di razza Simmental che soffre di una mastite e di problemi metabolici

Donau ha partorito a marzo 2019 ed è attualmente nella quarta lattazione. Il suo numero di cellule sta normalmente attorno gli 80 e i 150. Dopo il parto però il test di Schalm era sempre positivo alla mammella destra posteriore. Da ieri soffre di una mastite alla mammella sinistra posteriore.

Ieri ha ottenuto un’iniezione di ossitocina, affinché si possa mungere ed il latte esca. La sua temperatura corporea è con 38.9°C nella norma, la sua condizione generale è buona. Dall’allevatrice ha ottenuto Aconitum. Questa mattina la sua condizione era invariata. Ora però la sua temperatura corporea è leggermente inalzata con 39.1°C. Le è stato somministrato Belladonna.

Attualmente la mammella interessata è dolente (ma non sbatte estremamente) ed è anche più calda delle altre mammelle. Inoltre è leggermente arrossata. A partire dalla metà della mammella fino a giù è chiaramente indurita, la secrezione che esce è di un colore giallastro. All’inizio escono prima dei pezzettini gialli, la quantità del latte è leggermente ridotta. Donau non si sdraia sulla mammella interessata. Da quattro giorni le vacche escono sul pascolo ma ottengono tuttora ancora del fieno e del mais nella stalla. Donau ha una posizione piuttosto alta nel gregge. È una vacca tranquilla, di media statura e con delle lunghe corna.

La consulente consiglia Pulsatilla.

 

Dopo questa consulenza l’allevatrice non ha dato più nessun feedback. Dalla procedura di garanzia della qualità/dal sondaggio però è visibile, che Donau ha ottenuto degli antibiotici. Apparentemente l’omeopatia non ha fatto effetto. Sono stati necessari due tipi di antibiotici, dopodiché è completamente guarita secondo l’allevatrice.

 

Ulteriore consulenza un anno dopo

Donau ha partorito per la quinta volta e dopo il parto ha fatto la sindrome della vacca a terra (downer cow syndrome). Nonostante un’infusione di calcio e una terapia omeopatica fatta dall’allevatrice con Calcium phosphoricum e Calcium carbonicum e con vitamina D prima del parto Donau sta tuttora sdraiata.

Il parto è stato due giorni prima, da sola. Dopo era vivace ed ha mangiato bene. La sua temperatura corporea era sempre nella norma. Due anni fa Donau ha partorito dei gemelli.

Fino alla sera precedente tutto andava bene. Questa mattina stava sdraiata vicina alla porta del box speciale per le partorienti. La paglia intorno al lei era rimestata, apparentemente ha provato ad alzarsi. Con 37°C la sua temperatura corporea è molto bassa. Alle ore 6.30 ha ottenuto un’infusione di calcio. Sta tuttora sdraiata (ben 3 ore più tardi) è letargica e non mangia. La sua superficie corporea è fredda, l’allevatrice l’ha coperta con una coperta. Le sue feci sono leggermente indurite ma non così indurite come accade tipicamente quando una vacca soffre di una carenza di calcio.

La consulente consiglia i rimedi Phosphorus, China e Carbo vegetabilis.

Feedback un paio di ore dopo

Dopo aver ottenuto il fosforo Donau ha alzato la testa ed ha bevuto dell’acqua. La sua temperatura corporea si è inalzata a 38.5°C. Tuttora però non si è alzata e non mangia niente. Le sue mucose sono pallide.

L’allevatrice si ricorda che Donau non ha mangiato bene già a partire di una paio di giorni prima del parto.

La consulente consiglia di continuare con Phosphorus e China. Inoltre le va somministrato Flor de piedra.

 

Consulenza seguente durante la sera

La situazione è invariata, Donau non mangia niente. Si è alzata però. Il veterinario le ha somministrato un’altra infusione. La sua temperatura corporea era di 37.8°C. Si è trovato del sangue nella sua urina. La secrezione dall’utero non è alterata in maniera appariscente. La placenta è uscita.

La consulente consiglia il rimedio Mercurius solubilis.

 

Osservazioni sul caso:

Questo caso dimostra quanto sia importante un’osservazione attenta prima della data del parto e quanto sarebbe importante notare i segni. L’allevatrice si è ricordata soltanto durante la consulenza seguente che Donau non aveva mangiato bene già un paio di giorni prima del parto. Dal punto di vista omeopatico non fa tanta differenza quale sia il problema di base; un’indigestione, un problema metabolico oppure un esaurimento intorno al parto. Ciononostante è importante conoscere e capire i processi nel corpo affinché possiamo giudicare la seriosità ed il decorso del caso. Lavoriamo con i sintomi che Donau ci mostra e scegliamo il rimedio più adatto. Il rimedio deve coprire sia i sintomi che la situazione metabolica intorno al parto. Alla fine il sangue nell’urina ci ha aiutato nella scelta del rimedio giusto, siccome questo è un sintomo piuttosto raro. Il sangue può essere causato da una contusione oppure da un problema metabolico.

 


 
 
 

Previsione - agosto 2021

Come continua il caso di Donau? Mangerà di nuovo dopo aver ottenuto il Mercurius solubilis? Rimane emozionante. Legga ad agosto come continua…



Archivio: